© 2019 Ass.ne Culturale XV MIglio

 

Powered by Davide Pelle

  • Facebook App Icon
  • Instagram
  • Google+ Classic

EDIZIONI PRECENTI

17-18 settembre 2011

La prima edizione del Bajocco Festival presenta circa 30 artisti di strada e compagnie che si esibiscono in almeno 140 spettacoli. Giocolieri, fuocolieri, trampolieri, funamboli, clown, statue viventi incantano i 12.000 visitatori.   Teatro d’improvvisazione, writers, percussionisti, street dance, musiche popolari animano il centro della città che si trasforma per due intere giornate in un palcoscenico all’aperto. Per l’occasione viene predisposta l’apertura serale del circuito monumentale della città.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7-8-9 Settembre 2012

Nel secondo anno di programmazione il festival viene portato da 2 a 3 giornate. La domenica prende vita “Bajocando”, interamente dedicato al divertimento di bambini e famiglie con spettacoli e giochi a loro rivolti. Il venerdì ed il sabato 40 artisti e compagnie animano il centro della città con circa 170 spettacoli di arte di strada. Il numero dei visitatori è più che raddoppiato rispetto al primo anno, arrivando a 30.000 presenze. Un successo per questa seconda edizione!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6-7-8 Settembre 2013

3° edizione. Il festival può vantare il riconoscimento di “Meraviglia Italiana”, titolo che lo annovera tra le eccellenze degne di essere visitate nel nostro Paese. La manifestazione inizia ad aprirsi ad artisti stranieri ed inserisce nella programmazione anche un settore musicale, che vede la partecipazione di artisti di tutto rispetto. Circa 45 artisti e gruppi si esibiscono in 180 spettacoli. Il terzo giorno è ancora una volta dedicato ai più piccoli, torna Bajocando con spettacoli a misura di bambino e con i giochi di una volta. Rispetto alle precedenti edizioni si inserisce all’interno dell’evento una “Mostra Mercato di Artigianato Artistico” ed una Mostra fotografica. Si arriva a 35.000 presenze.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                

 

 

 

12-13-14 Settembre 2014

4° edizione del Bajocco festival. Si passa a tre giornate effettive di spettacoli. Circa 50 artisti danno vita ad oltre 200 spettacoli. Si crea un circuito di accoglienza dei visitatori di tutto rispetto con settori gastronomici perfettamente attrezzati. Si apre all’arte in genere, con mostre pittoriche, fotografiche, artigianato artistico. Si ospita un’estemporanea di pittura e l’importante mostra della pittrice di fama internazionale Marta Czok. Il gradimento del pubblico è senza precedenti, oltre 90.000 visitatori nelle tre giornate si riversano per le strade del centro cittadino animandolo fino a notte inoltrata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

11-12-13 Settembre 2015

Il Bajocco Festival 2015 si è rivelata l’edizione che ha elevato la manifestazione a livello internazionale, per la qualità degli spettacoli offerti e degli artisti ospitati. Una grande affluenza di visitatori ha caratterizzato questa V edizione, le stime ufficiali parlano di circa 100.000 presenze in tre giornate di festival, circa 150 gli spettacoli e più di 50 gli artisti italiani e stranieri che vi hanno preso parte.  Per questa edizione si è deciso di introdurre nuovamente Piazza Pia, palcoscenico di spettacoli di gruppi musicali noti a livello nazionale. Le loro esibizioni sono state animate dall’intervento di alcuni artisti di strada, a sottolineare il perfetto connubio tra la musica e l’arte di strada, filo conduttore del Bajocco Festival. Caratterizzante per il Bajocco 2015, la presenza di Simone Cristicchi che in veste di cantastorie ha fatto riscoprire il valore della tradizione incantando tutti con la sua attesa ed apprezzatissima esibizione. Numerosi anche gli eventi culturali correlati, dal concorso fotografico al mercatino di artigianato artistico, dai laboratori per bambini alle mostre fotografiche e di pittura, queste ultime allestite nelle suggestive cornici del Museo della Seconda legione Partica e di Palazzo Savelli.

9-10-11 Settembre 2016

Grande successo di pubblico e di critica, quello di Bajocco Festival 2016 VI edizione.

Oltre 130.000 visitatori hanno affollato il centro storico della città nelle 3 giornate del festival.

Numerosi spettacoli, oltre 200, e di grande bravura gli artisti, circa 170 tra circensi e musicisti, hanno movimentato quest’ultima edizione.

La manifestazione ha raggiunto una evidente maturità artistica e qualitativa. 

Caratterizzanti ed indimenticabili alcuni spettacoli degli ospiti stranieri: Mystica Salvaje con “Fille d’Hestia”, Cirque Tango con “Un tango mas”, Ariadna Gilabert Corominas con “Les Volatilis”, e molto ammirati gli artisti italiani, per citarne alcuni: Maldimar con “Immaginaria”, Giacomo Roia con “Artmosfera”, Alessandro De Luca con “Cuore matto” ed i musicisti: Criansa seguitissimi, Pink Puffers, Funkibus, Jig Rig, ognuno con la propria personalità ed originalità.

Due aspetti della VI edizione vanno evidenziati: l’apertura alla street art, l’artista Mauro Sgarbi ha eseguito 2 murales, poi donati alla città. L’inaugurazione delle opere ha aperto ufficialmente la manifestazione di quest’anno; e non ci si può dimenticare di un valore aggiunto, che ha sicuramente dato un’impronta nuova e civilmente corretta alla manifestazione, il rispetto per l’ambiente che ha elevato il Bajocco a “eco-festival”.

8-9 Settembre 2017

Ancora un grande successo per la VII edizione di Bajocco Festival.

La manifestazione si è svolta in piena sicurezza, nel rispetto delle linee guida indicate dalla prefettura di Roma, aspetto sottolineato anche dalla Questura di Roma con una specifica nota sulla propria pagina Facebook. 

Nonostante si sia trattato di un’edizione particolarmente impegnativa in termini di organizzazione, il Bajocco Festival ha confermato numeri importanti e la rinnovata dislocazione degli spazi ha funzionato in maniera eccellente, garantendo un maggior ordine e permettendo alle migliaia di visitatori di poter godere appieno sia delle aree spettacolo che di quelle ristoro.

Circa duecento spettacoli gratuiti, artisti di strada provenienti da tutto il mondo, quasi 80 mila presenze fra venerdì e sabato, numeri importanti se si tiene conto che la manifestazione, tradizionalmente svolta su tre giorni, per il 2017 non ha potuto contare sulla domenica a causa della sospensione preventiva delle attività, conseguentemente all’allerta meteo diramata dalla protezione civile. 

La programmazione ha dimostrato ancora una volta una grande maturità artistica ed organizzativa, ed il raggiungimento di un’elevata qualità nelle proposte: caratterizzante la presenza di Circo Zoé compagnia italo-francese, con lo spettacolo “Naufragata”, un indimenticabile racconto sulla necessità del movimento, non sostare per non arrivare mai, l’arte come la vita si rigenera dal cambiamento, dal movimento perpetuo.   Sorprendenti i ragazzi de “La contrebande” che con i loro salti hanno infranto ogni legge sulla forza di gravità, hanno costretto gli spettatori ad alzare la testa, a guardare con stupore e meraviglia le loro prodezze, Bal trap il titolo del loro spettacolo. E ancora: Kiwamu,  performer giapponese , elegante nella sua danza con il fuoco; Luca Bellezze, mimo e clown,   silenzioso, delicato, la capacità di suscitare senza parole grandi emozioni; The Reggae Circus di Adriano Bono, spettacolo che unisce l’arte circense e la musica reggae. Solo per citarne alcuni, ma ogni artista ha dato carattere alla manifestazione, ha portato il proprio mondo e la propria esperienza, rendendo l’edizione 2017 di Bajocco Festival unica ed irripetibile.