© 2019 Ass.ne Culturale XV MIglio

 

Powered by Davide Pelle

  • Facebook App Icon
  • Instagram
  • Google+ Classic

Come si fa a raccontare qualcosa che senti, che hai dentro e che ritieni di dover fare...

Qualcosa che vale la pena condividere con amici di nuova e vecchia data, amici con la A maiuscola, quelli che...sono sempre e comunque con te! Come si fa a descrivere quello che sei sicuro ripagherà tensioni ansie e preoccupazioni?

Non servono tante parole ne basta una, “amicizia” è questo il segreto, la linfa vitale dell’Associazione Culturale XV Miglio, il carburante che accende i nostri progetti; l’amicizia e la voglia di condividere un sogno, di regalare eventi in grado di rapire l’anima per riportarla ad un mondo infantile, dove si possa vivere in maniera spensierata, quasi surreale.

L'Associazione è figlia di una precedente esperienza associativa, condivisa da gran parte dei componenti.

Al termine di una di quelle serate estive  (che solo chi vive ai Castelli Romani può capire), con la complicità dei  ricordi d’infanzia, con la suggestione del rievocare il tempo in cui Albano era chiamata “la città delle feste”, è nato il progetto XV Miglio: Associazione Culturale con un  obiettivo preciso  "rivalutazione del territorio e delle imprese attraverso la creazione di eventi in grado di richiamare turisti e visitatori attratti dalle bellezze della Città, della sua storia, delle sue eccellenze eno-gastronomiche, delle sue tradizioni, dei sui miti e leggende.

Sono obiettivi ambiziosi quelli che perseguiamo e non contenti cerchiamo di superarli di volta in volta. Il percorso non è mai semplice, il risultato mai scontato, l’impegno richiesto sempre di più. Eppure ogni volta che chiudiamo una manifestazione, nonostante la difficoltà  nel reperire i fondi e la fatica nell'ottimizzare le scarse risorse di cui disponiamo come associazione culturale no profit,  ci sentiamo  arricchiti: aumenta la nostra autostima, l’energia derivante dall’esserci divertiti e dall’aver fatto divertire  e la consapevolezza di aver fatto bene, di aver regalato un po’ di leggerezza ed  un pezzetto del nostro sogno a tutti quelli che si sono fatti prendere per mano e ci hanno seguito nel mondo dell’effimero,  pronti a lasciarsi andare con la certezza che avranno comunque un ricordo sereno con il quale affrontare la  quotidianità.

Il direttivo